Villa BraidaCaricamento...

Ristorante - La cucina al Flambè Hotel Mogliano Veneto

Villa Braida Locus Amoenus
 
Prenota ora
Arrivo
Partenza ...
1
notte notti

La cucina al Flambè

Sembra che il primo ad utilizzare la lampada fu il maitre Henry Charpertier, nel 1895 al Cafè de Paris di Montecarlo. Una sera in ora tarda, giunse al Cafè,  l’allora principe di Galles, che divenne poi Edoardo VII, in compagnia di una donna bellissima. Vista l’ora la cucina era già chiusa ma Charpertiersi mise a cercare qualcosa e trovò delle crepes già pronte. Le portò in sala, sistemò la lampada su un carrello che avvicinò al tavolo e diede inizio alla sua creazione straordinaria. Furono le prime crepes della storia, battezzate Suzette dal principe, in onore della sua donna.

Oggi come allora la cucina flambè resta un’arte di grande impatto e a elevato tasso scenografico dove la cottura in sala culmina nel flambage,la classica fiammeggiata durante o al termine della cottura. Il maître infattisul tavolo di servizio, su cui troneggia la lampada, spesso in argento, da vita al momento più spettacolare che è, appunto, rappresentato dal flambage. Il maître irrora la preparazione con un liquore\distillato ad alta gradazione ed elegantemente gli da fuoco. Ecco la sospirata fiammata che fa evaporare l’alcol e trattiene gli aromi. Il cliente emozionato viene stregato dalla coreografia. Ogni minimo movimento deve essere calibrato, in sala non sono ammessi errori e cucinare davanti al cliente esige una precisione che si acquisisce solo con l’esperienza, non perdendo di vista il fatto che si stia cucinando e il piatto deve avere la sua perfetta riuscita.

Offerte speciali